Se sei interessato ai giochi di gladiatori, allora ti piacciono le storie sull'Antica Roma e le arti marziali che c'erano. La categoria dei giochi di gladiatori include giochi in cui i personaggi principali sono gladiatori.

Gladiatori - personaggi giochi di gladiatori

Gli spadaccini o gladiatori vivevano ai tempi dell'Antica Roma. Erano combattenti che prendevano parte alle battaglie. I combattimenti dei gladiatori erano organizzati per il bene dello spettacolo per intrattenere il pubblico. Il gladiatore che vinceva in battaglia, riceveva la libertà e si liberava dalla schiavitù.

I combattimenti tra gladiatori hanno diverse caratteristiche distintive. Una di queste caratteristiche è il gesto del dito. Quando un gladiatore è ferito e non può continuare a combattere, deve alzare il dito indice verso l'alto. In questo caso, il combattimento si ferma, il gladiatore ammette la sconfitta. Se il re decide di risparmiare il gladiatore, allora lo lascia vivo. Spesso i re permettevano al nemico di finire il gladiatore ferito.

Quali tipi di gladiatori si possono trovare nei giochi di gladiatori?

I gladiatori, che erano chiamati "andabats", erano vestiti con cotte di maglia ed elmi che non avevano fessure per gli occhi, così durante la battaglia non potevano vedersi tra loro.

I gladiatori, che erano chiamati "bestiari", appartenevano agli inferi: combattere nelle battaglie gladiatorie era per loro una condanna per un crimine. Tali gladiatori erano armati di pugnali o dardi e liberati contro un animale predatore. Quasi sempre i gladiatori morivano in queste battaglie

I gladiatori che combattevano con due spade in ogni mano non avevano alcuna protezione sul corpo, non indossavano un elmo e non portavano uno scudo. Indossavano tuniche corte e si fasciavano le gambe con bende strette. Tali gladiatori erano chiamati "dimachers"

C'erano anche gladiatori equita, che erano leggermente armati, si difendevano con uno scudo e un'armatura a squame. I loro elmi erano decorati con spazzole e i loro avambracci erano protetti da un'armatura. Questi gladiatori combattevano a cavallo e continuavano la battaglia a piedi

C'erano anche varietà di gladiatori "Galli", "Goplomakhs", "Lakvearii", armati solo di lasso, murmillons, così come provocatori, sanniti e molte altre specie.

Trame e luoghi nei giochi di gladiatori

Le trame nei giochi di gladiatori possono essere molto diverse, ma tutte si riferiscono necessariamente al tipo di battaglie, combattimenti, arti marziali. Poiché i gladiatori esistevano nell'antica Roma, il più delle volte la trama coinvolge motivi antichi. Ma a volte la fantasia degli sviluppatori di giochi trasporta i gladiatori in altre condizioni temporanee.

I luoghi dei giochi di gladiatori sono arene per gladiatori, quindi i gladiatori si esibivano nelle arene.

Alcune delle arene per le battaglie gladiatorie sono sopravvissute e sono arrivate fino ai nostri giorni. L'arena più famosa per i combattimenti tra gladiatori è il Colosseo, i cui resti si possono ancora vedere a Roma. In Tunisia, l'anfiteatro di Marco Antonio Gordiano è stato conservato, e a Verona, l'arena non solo è sopravvissuta fino ad oggi, ma è anche usata come piattaforma per spettacoli d'opera.

Gli eroi dei giochi gladiatori possono essere sia gladiatori sconosciuti che quelli di cui si è sentito parlare o che si conoscono bene. I gladiatori più famosi sono Spartacus, Crixus, Publipor, Commodus, Flamma, Priscus e Verus, Spikul, Narcissus.